01/25/2016

RETROFIT. E LA CORRENTE RESTA IN CIRCOLO.


Allgäuer Überlandwerk (AÜW) gestisce un impianto di trasformazione presso il quartiere Zell di Oberstaufen che si trova letteralmente in mezzo al verde. Da 15 anni collega la rete dell'ente erogatore di energia tedesco con la centrale elettrica di Vorarlberg in Austria. I nuovi componenti dello sfasatore e il know-how di MR si adoperano ora affinché la collaborazione comprovata e fruttuosa per entrambi gli interessati resti tale anche in futuro.

Tra Allgäu e il vicino Land austriaco, non soltanto le persone effettuano un intenso traffico di frontiera, perché sanno apprezzare i vantaggi della rispettiva regione confinante, ma anche la corrente passa in continuazione da una parte all

Tra Allgäu e il vicino Land austriaco, non soltanto le persone effettuano un intenso traffico di frontiera, perché sanno apprezzare i vantaggi della rispettiva regione confinante, ma anche la corrente passa in continuazione da una parte all'altra. Ed è così che Allgäuer Überlandwerk (AÜW) riceve l'energia a prezzi vantaggiosi dalle centrali elettriche di Vorarlberg (VKW), per alimentare i clienti privati e le aziende in Westallgäu. Presso l'impianto di trasformazione AÜW a Zell, un trasformatore sfasatore, con una potenza di 80 MVA, regola questo scambio in maniera affidabile e senza anomalie degne di nota a partire dagli anni '90. Al fine di prolungare gli intervalli di manutenzione ed equipaggiare lo sfasatore in modo tale che possa soddisfare le richieste sempre crescenti, l'AÜW, con l'ausilio di MR, nell'ambito di ampi provvedimenti di retrofit, lo ha sottoposto a un'operazione di ringiovanimento.

L'Allgäuer Überlandwerk e Maschinenfabrik Reinhausen collaborano insieme già da decenni; infatti il trasformatore sfasatore nell'impianto di trasformazione di Zell è equipaggiato con i componenti MR già dalla sua prima messa in servizio. “Con il passare degli anni si è creato un rapporto di fiducia” afferma Engelbert Sommer, che dirige il reparto Manutenzione presso AÜW. Di conseguenza, anche in occasione dell'assegnazione dell'incarico per l'intera modernizzazione, l'azienda ha fatto affidamento sulle competenze e sull'assistenza di MR, per quanto concerne tecnica e gestione dei progetti. Sono trascorsi soltanto otto mesi tra l'assegnazione dell'incarico, all'inizio del 2015, e la nuova messa in funzione dello sfasatore, avvenuta ad agosto.

Il punto focale del progetto di retrofit è stata la sostituzione di entrambi i commutatori sotto carico per la regolazione in fase e in quadratura. Laddove finora i commutatori hanno svolto le proprie funzioni con la tradizionale tecnica di commutazione in olio, ora i moderni commutatori sotto carico VACUTAP® lavorano con la tecnica sottovuoto. Il commutatore per regolazione in quadratura ha operato per oltre 800.000 volte in maniera affidabile con i consueti intervalli di manutenzione prima di essere sostituito. “Poiché l'angolo di fase della rete AÜW e della rete VKW cambiano continuamente, risultava fortemente sollecitato”, continua Engelbert Sommer. “Con la tecnica sottovuoto impiegata ora raggiungiamo un numero di manovre sensibilmente maggiore con intervalli di manutenzione prolungati, il che riduce i costi di esercizio e aumenta la disponibilità del trasformatore.”

Inoltre un regolatore di tensione TAPCON® appena installato, con la tecnologia ISM®, esercita nel frattempo tutte le funzioni di comando e regolazione e garantisce un azionamento sicuro e affidabile dei commutatori comandati da tre comandi a motore, anch'essi completamente sostituiti, del tipo TAPMOTION® ED.

Prima della sostituzione i comandi e i regolatori di tensione sono stati sottoposti in modo approfondito a test speciali, a condizioni simili a quelle reali, presso il Centro di ricerca high tech di MR a Ratisbona. Sempre a Ratisbona è stato svolto il Factory Acceptance Test (FAT) insieme ad AÜW. In occasione della messa in servizio a Zell, la regolazione e l'interazione dell'impianto completo sono state collaudate insieme ad AÜW e abilitate dagli specialisti di MR. Così afferma Engelbert Sommer: “Siamo stati molto soddisfatti della consulenza professionale e della realizzazione anche in occasione di questa vasta opera di modernizzazione.”


RETROFIT: SOLUZIONI PER UNA DURATA MAGGIORE
Prima l'aspettativa di vita massima dei trasformatori di potenza era di 40 anni, oggi alcuni superano i 60 anni di vita utile. Dopo un determinato periodo di esercizio può essere sensato dal punto di vista economico rinnovare componenti quali commutatori sotto carico, comandi, tecnologia di misurazione e di regolazione o impianti di raffreddamento. Laddove lo si desideri, Maschinenfabrik Reinhausen può equipaggiare interi trasformatori di componenti esenti da manutenzione. Convoglia così tutte le prestazioni in un pacchetto completo e garantisce ai suoi clienti una gestione del progetto a 360 gradi.

"Prospetto “Assistenza e retrofit” da scaricare